Quaresima 2020 – Secondo Incontro Ragazzi – ASIA

SVEGLIA 6:28!

APRI GLI OCCHI

 

NOTIZIA DEL GIORNO

Nevè Shalom,  “Oasi della Pace”, è un villaggio  vicino a Gerusalemme, abitato dal 1972 da una cinquantina di famiglie di Arabi palestinesi ed Ebrei israeliani. L’educazione al rispetto reciproco comincia dall’asilo e prosegue nella scuola elementare e superiore. La scuola per la pace è aperta a tutti i bambini della zona ed è molto frequentata.

Filmato

 (slide) APRI IL CUORE: #una Parola per oggi

Se il sale diventa senza sapore, con che cosa lo salerete? Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri (Marco 9, 50)

Dialogo:

Apostolo 1: oggi il maestro ci ha sgridato e io ci sono rimasto male. Pensavo che fossimo amici, con lui e fra di noi, più che con chiunque altro. La nostra amicizia è importante non volevo che altre persone venissero a rovinarla, così ho allontanato alcuni che non erano del nostro gruppo, ma lui si è arrabbiato.

Apostolo 2: lo so, ho sentito anch’io le sue parole e forse non ha torto. Quelle persone non facevano niente di male, pregavano come noi e hanno aiutato chi aveva bisogno. 

Apostolo 1: si ma non erano del nostro gruppo! Ma per lui non era importante, ha detto che se uno non è contro di noi allora è come se fosse nostro amico.  

Apostolo 2: ma perché sei così invidioso se qualcun altro diventa amico di Gesù? E’ una cosa bella, più tanti siamo a volere il bene, meglio è per tutti. lui ha detto che siamo come il sale che dà il sapore alle cose. Il sale sta bene con ogni cibo e rende migliore il sapore di ogni cosa. Se siamo capaci di portare il sale dell’amore di Dio, tutti provano più gusto a fare il bene. Se sei invidioso diventi insipido, uno che non sa di niente e perde il gusto delle cose belle della vita; a nessuno viene voglia di stare con te!

apostolo 1: hai ragione, non ci avevo pensato, volevo tenere la mia amicizia per Gesù come un bene prezioso, solo per me, ma tenere il sale nel vasetto senza usarlo non serve a niente.

Apostolo 2: anche tenere il muso e restare arrabbiati non serve a niente. Gli amici trovano sempre un modo per fare pace e essere contenti insieme, senza inutili gelosie.

 

INTERVENTO DI DON LUCA

PREGHIAMO ACCANTO A GESU’

SAC. Nel nome del Padre del Figlio e dello spirito Santo

  1. Amen

SAC. Il Signore Gesù percorre ancora la via della croce e ci dimostra come è grande il suo amore per noi.

Tutti: Noi oggi decidiamo di stare accanto a lui per dimostrargli che anche noi l’amiamo e siamo pronti a seguirlo.

 

ACCANTO A TE CON IL CIRENEO

 

SAC.  Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo

  1. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo

 

SacLettura dal vangelo secondo Marco

Costrinsero a portare la sua croce un tale che passava, in certo Simone di Cirene, che veniva dalla campagna, padre di Alessandro e Rufo.

 

Simone Di Crene: che scocciatura! Pure la croce ho dovuto portare… senza nessuna colpa! Che cosa avevo da spartire con quel “delinquente”? Io, che ero un onesto lavoratore della campagna, non c’entravo niente con quell’uomo! Ognuno dovrebbe prendere la propria croce e arrangiarsi!

Ma, poco alla volta, la croce di “quell’altro” è diventata sempre più leggera e il cuore si è riempito di una strana gioia. Ho capito infatti l’antico proverbio che dice: “C’è più gioia nel dare che nel ricevere”. Così portando aiuto a quel povero Gesù ho ottenuto molto di più della fatica che ho provato.

 

  1. per amici che chiedono il nostro aiuto…

TUTTI.             DONACI SIGNORE GESTI DI CARITA’

  1. per le persone bisognose che incontriamo…

TUTTI.             DONACI SIGNORE GESTI DI CARITA’

  1. per le persone che non ci sono simpatiche e non sappiamo amare abbastanza

TUTTI.             DONACI SIGNORE GESTI DI CARITA’

 

INSIEME:

Beati i ragazzi che si accorgono di chi soffre
e donano sorrisi e mani calorose:
quando piangeranno Dio sarà con loro.

Beati i ragazzi teneri di cuore
che non fanno i bulli e i prepotenti:
sono “forti” agli occhi di Dio.

Beati i ragazzi dal cuore grande
che sanno perdonare non una ma cento volte:
in loro si riflette la bontà di Dio.

Beati i ragazzi che fanno spuntare fiori di pace
in casa, a scuola, sui campi da gioco:
tutti li riconosceranno come veri figli di Dio.

Beati i ragazzi che sanno essere fedeli
nelle piccole cose di ogni giorno:
ad essi Dio regala la sua infinita amicizia.

 

IMPEGNO

Prova anche tu ad indossare i panni del Cireneo e scegli un gesto concreto di condivisione. Gioca con qualcuno che non conosci molto, aiuta in casa, condividi la merenda…

 

PADRE NOSTRO – CANTO FINALE

 

 

Total Page Visits: 253 - Today Page Visits: 1