ORDINAZIONI PRESBITERALI

10 GIUGNO

Alle 9 in Duomo il cardinale Angelo Scola consacra nove nuovi sacerdoti ambrosiani (diretta tv, radio e web). Questo il motto che accompagnerà il loro ministero: «Con amore che non conosce confini»

di Ylenia SPINELLI 

 

Nove. Solo nove. È dal 1918 che non si vedeva un numero così basso tra i candidati al presbiterato: allora erano in otto, ma c’era una guerra mondiale in corso. Un dato che suscita domande e forse anche un po’ di preoccupazione, soprattutto se messo in relazione alle necessità di una Diocesi grande come quella ambrosiana. Ma, come ha ricordato papa Francesco alle religiose, durante la sua visita milanese il 25 marzo scorso: «Le nostre congregazioni (e il presbiterio, potremmo aggiungere) non sono nate per essere la massa, ma un po’ di sale e un po’ di lievito, che avrebbe dato il proprio contributo perché la massa crescesse». Inoltre il Santo Padre ha ribadito: «Pochi sì, rassegnati no».

«Io non ne faccio una questione di numeri – dice il rettore del Seminario monsignor Michele Di Tolve -, la nostra Chiesa sta imparando a porre la questione sulla qualità dei presbiteri, dei diaconi, di tutti gli operatori pastorali, delle famiglie. Certo che dobbiamo impegnare tutte le nostre energie per annunciare il Vangelo. A noi tocca seminare con larghezza di cuore e abbondantemente, liberi dall’esito come ci ricorda continuamente il nostro Arcivescovo. Inoltre vorrei sottolineare che non basta che Dio chiami e che venga seminato il Vangelo, è necessaria una risposta. Non dimentichiamo mai che la libertà umana rimane sempre un mistero».

E così è con grande gioia che i nove futuri preti si apprestano alla loro ordinazione, che avverrà sabato 10 giugno, durante una solenne cerimonia nel Duomo di Milano, a partire dalle 9 (diretta su Chiesa Tv, Radio Mater ewww.chiesadimilano.it). Davanti all’arcivescovo Angelo Scola e a tutta la Chiesa ambrosiana i diaconi diranno il loro “sì” fiducioso al Signore, chiedendogli la grazia di perseverare nella missione loro affidata «Con amore che non conosce confini», come recita il loro motto tratto dal Vere Sanctus della Preghiera eucaristica VI.

 

 

 

Total Page Visits: 502 - Today Page Visits: 1