Insieme…. per l’Oratorio

Carissimi

Con un sospiro di sollievo e un grazie a Dio possiamo dire e possiamo leggere che gli Oratori possono riaprire al pubblico…. 

Il fiato viene poi trattenuto leggendo le varie condizioni imposte dall’emergenza sanitaria.

La Chiesa da sempre tutela la vita. Vogliamo farlo anche in questa situazione, vogliamo riaprire riuscendo a garantire la giusta situazione… perchè possiamo dire che gli Oratori riapriranno, ma abbiamo bisogno di aiuto per mettere in atto tutte le condizioni necessarie.

Contiamo su chi c’è già, ma desideriamo cogliere l’occasione per chiedere aiuto a chi magari vorrebbe però non ha avuto il coraggio/occasione…. se desideri aiutarci nel pomeriggio o a fine giornata per tenere aperto  uno degli Oratori, non fermarti solo al tuo e non esitare a contattarci… 

Di seguito l’indirizzo al quale scrivere per proporre la vostra disponibilità

Indirizzo: simone.riva1@gmail.com

Con affetto

Don Simone

Da domenica 20/9 è entrato in vigore il nuovo protocollo di sicurezza. Per tutte le Chiese Sorelle, riguardo al comportamento durante le celebrazioni festive e feriali (compresi funerali, battesi, matrimoni). Esso permetterà ad un maggior numero di fedeli di partecipare alla Messa. Le novità rispetto a prima sono tre (3) – fermo restando le regole basilari:

Indossare correttamente la mascherina tutto il tempo della celebrazione, sanificare le mani all’ingresso, a numero massimo raggiunto disporsi per recarsi ad una altra Messa

  1. I familiari conviventi possono stare seduti sulla stessa panca (fino ad un massimo di 4-5 persone) e le persone non conviventi possono stare in due per panca, sedute ai due estremi oppure sulle sedie
  2. la conseguenza è che questa nuova disposizione, per garantire il corretto distanziamento fisico, non permette di inginocchiarsi durante la celebrazione: questo gesto si potrà fare personalmente in altri momenti: si ricorda che nel protocollo precedente proprio per permettere di inginocchiarsi durante la celebrazione si era dovuto invece ridurre le presenze 
  3. per la comunione: saranno i fedeli ad alzarsi e ad andare da uno dei ministri che la distribuiscono l’Eucarestia, mantenendo la distanza di sicurezza durante la processione sia di andata che di ritorno al proprio posto

 

Total Page Visits: 367 - Today Page Visits: 1